Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Stipsi cronica, il ruolo dello psyllium

Stipsi cronica rimedi

La stitichezza è un problema molto diffuso. Comunemente con questo termine si intende un rallentamento del transito intestinale con una riduzione del volume delle feci. Questo produce evacuazioni poco frequenti, difficoltose e feci particolarmente dure da espellere. Non esistono dati che ci indichino con chiarezza quante persone ne soffrono in Italia e nel mondo, e quei pochi dati disponibili tendono a sottostimare il problema dal momento che buona parte delle persone con questo problema tende a non rivolgersi al medico preferendo autoterapie a base di lassativi irritanti. Una cosa è certa: questo disturbo è particolarmente frequente nel mondo occidentale. Le ragioni sono diverse: una dieta spesso povera di fibre e ricca di cibi industriali, le condizioni di vita stressanti che non facilitano una corretta funzione intestinale ma anche la sedentarietà e la cattiva abitudine di scaricarci da seduti. La stipsi è inoltre tre volte più frequente nelle donne rispetto agli uomini, probabilmente a causa del ruolo degli ormoni femminili.

Quando la stipsi diventa cronica

Per molte persone la stitichezza è un problema cronico: diventa cioè una condizione costante. In alcuni casi si parla anche di sindrome dell'intestino irritabile con costipazione per indicare una forma di stipsi ricorrente e costante, non legata a patologie rilevabili. La causa è multifattoriale: una possibile predisposizione genetica e fattori ambientali possono essere presenti insieme a fattori come ad esempio pregressi episodi di infezione intestinale e un’alterazione della flora batterica. Purtroppo la stipsi cronica può avere forti ripercussioni sulla qualità della vita a causa delle limitazioni fisiche e sociali prodotte dai disturbi e dalla preoccupazione che essi creano nel paziente.

Il ruolo delle fibre

Molti pazienti fanno spesso ricorso all’impiego di farmaci sintomatici, che tuttavia danno risultati spesso insoddisfacenti: per esempio un farmaco per alleviare il dolore, presente quando la motilità intestinale è esigua, può far peggiorare la stipsi e gonfiore, e viceversa. Un buon rimedio è un'alimentazione sana e ricca di fibre, ma anche qualche integratore capace di rimettere in moto l'intestino senza irritarlo, come quelli a base di fibra di psyllium. Fibra parzialmente solubile, lo psyllium unisce inoltre i benefici delle fibre solubili a quelli delle fibre insolubili: forma massa e funge da prebiotico. Quando la stipsi è cronica può essere utile approfondire se è propulsiva, dovuta al transito intestinale rallentato, oppure espulsiva, causata da un ipertono del muscolo che circonda l’ano. In ogni caso è sempre raccomandabile fare attività fisica adeguata, eventualmente dedicarsi a esercizi di rilassamento muscolare.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.