Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Il piacere di dormire 

Dormire bene è fondamentale per la salute dell'intero organismo. La privazione di sonno acuta, ovvero dopo ciascuna notte insonne, accresce la sonnolenza, altera l’umore, l’elaborazione emotiva e la capacità di valutare in modo corretto i rischi, spingendoci ad esempio a prendere decisioni sbagliate o esponendoci a situazioni pericolose. Dormire tante notte insonni di seguito è ovviamente ancora peggio. Una privazione di sonno cronica può favorire patologie vere e proprie con ripercussioni sulla salute globale: si può verificare aumento di peso corporeo, un maggior rischio di diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari e ipertensione

Le regole del buon sonno

Per questo l'Associazione italiana di medicina del sonno (Aims) ha pubblicato un decalogo del buon sonno che ci ricorda ad esempio come sia buona norma non tenere in camera da letto tv o computer così da adibire la stanza al solo riposo. Ovviamente dovremmo poter contare su una stanza buia, silenziosa e con una temperatura corretta: né troppo calda, né troppo fredda. Anche l'alimentazione incide sull'addormentamento: no a cibi e bevande eccitanti come il caffè e la cioccolata prima di coricarci, ma anche no anche a superalcolici e fumo. Del resto l'alimentazione serale dovrebbe essere leggera, priva di cibi ipercalorici e iperproteici. Se l'esercizio fisico è fondamentale per la salute generale, e anche per quella del sonno, questo andrebbe però evitato la sera prima di coricarsi: è un eccitante, così come attività mentali intense  (come lo studio) prima di andare a letto. Durante la giornata è ammesso un sonnellino solo dopo il pranzo, ma mai "fuori orario". La regolarità del sonno è fondamentale: cerchiamo di andare a letto e svegliarci sempre allo stesso orario.

L'utilità della melatonina

Quanto al numero di ore, il discorso è variabile: in media, un giovane adulto ha bisogno di 7-8 ore di sonno ma ci sono molte persone a cui ne bastano 6 per avere un sonno ristoratore mentre altre hanno bisogno di più ore di riposo. Un aiuto per mantenere regolarità nel sonno viene certamente dalla melatonina pura, utilissima per il trattamento a breve termine dell’insonnia caratterizzata da una qualità del sonno scadente. La letteratura scientifica in merito mostra infatti per questa sostanza benefici certi, in particolare nei disturbi del ritmo sonno-veglia. L'importante è che sia correttamente assunta, come da indicazioni riportate nei foglietti illustrativi e, se necessario, su indicazione del medico.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.