Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Stress da ufficio? Attenzione al riposo

Stress da ufficio? Attenzione al riposo

Stressati per il lavoro? Spesso ansia e preoccupazioni della giornata si ripercuotono sulla qualità del nostro sonno, che frequentemente si fa frammentato e poco ristoratore magari dopo otto ore pensanti in ufficio. Eppure l’attenzione all'importanza del riposo è frequentemente sottovalutata, nonostante gli studi epidemiologici dimostrino che l’insonnia è associata a un significativo incremento di patologie e disturbi. Le caratteristiche del nostro sonno, quanto a intensità, durata e qualità, dipendono da numerosi fattori fisiologici, culturali e sociali. Se da un lato è sempre più frequente che le persone riducano volontariamente le ore di sonno a favore di attività sociali che le tengono impegnate fino a tardi, dall'altro anche il lavoro tende sempre più a rubarci il riposo con impegni che si protraggono e preoccupazioni che non ci abbandonano anche una volta lontani dalla scrivania. 

I sintomi di un sonno insufficiente 

Tutto ciò produce senso di fatica, stanchezza e sonnolenza diurna. Molti studi hanno dimostrato come lo stress lavorativo influisca pesantemente sulla qualità del sonno e come questa a sua volta produca un progressivo danno a livello metabolico, endocrino e immunitario. Negli ultimi vent'anni si sono moltiplicate le pubblicazioni scientifiche che hanno mostrato correlazioni tra i disturbi del sonno ed esiti negativi a lungo termine per la salute, compreso un incremento complessivo di malattie cardiovascolari, diabete ipertensione, disturbi respiratori e obesità. 

La melatonina e il rilassamento 

La buona notizia è che, come illustra l'American Academy of Sleep Medicine, è possibile curare l'insonnia anche affiancando a buone abitudini diversi rimedi naturali. Un aiuto viene ad esempio dagli integratori a base proprio di melatonina. Sostanza prodotta naturalmente dall’organismo in base all’alternanza luce-buio, attraverso la sua secrezione influenza i nostri ritmi. Per questo un supplemento di questa sostanza può stimolare il sonno in modo naturale. Inoltre la melatonina non è un ipnotico, come i classici ansiolitici e sonniferi: per questo favorisce naturalmente il sonno senza provocarlo. Accanto alla melatonina, alcuni suggerimenti possono aiutarci a prendere sonno quando siamo molto tesi: in questi casi infatti il corpo produce ormoni dello stress che rendono più difficile lasciarsi andare e addormentarsi. Può essere utile pertanto anche qualche esercizio di rilassamento e di meditazione. Per farlo occorre però riconoscere lo stress, e allontanarlo da noi: il primo passo è imparare a notare quando il battito cardiaco accelera e quando tensione muscolare e respiro aumentano.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.