Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Sole e scottature: i rimedi

Sole e scottature: i rimedi

Arrivano i primi soli e le pelli chiare si scottano. Così ecco piccoli e grandi eritemi, scottature e arrossamenti davvero poco piacevoli. Scientificamente si parla di eritema solare, ovvero un’ustione di primo grado che si manifesta successivamente a una prolungata esposizione ai raggi UV senza la necessaria protezione. Di solito si presenta da 6 a 12 ore dopo l'esposizione, con arrossamento e in alcuni casi anche vescicole e bolle. Solitamente l'eritema si risolve in cinque giorni lasciando un’iperpigmentazione che poi altro non è che l’abbronzatura. Naturalmente alcune persone sono più a rischio di altre, per esempio i bambini (che hanno una pelle molto sensibile) e le persone con la pelle chiara, la cui cute è meno ricca di melanina. Questa, infatti, protegge dai rischi dell’esposizione al sole, contribuendo al colorito che tanto ci piace. Va notato che l’intensità del sole può aumentare notevolmente in montagna o al mare a causa dell’aumento del riflesso del sole sulla neve, sulla sabbia o sull’acqua. È, quindi, necessario aumentare ulteriormente la protezione quando ci si trova in questi luoghi.

Rimedi naturali contro le scottature

Per rinfrescare la pelle è bene fare un bagno rilassante, appena possibile dopo la scottatura, aggiungendo all’acqua qualche cucchiaio di bicarbonato o di farina di avena. Anche l’acqua fresca aiuta: svolge un’azione vasocostrittrice. È, inoltre, fondamentale mantenere idratata la pelle: è importante, infatti, applicare sulla pelle scottata creme idratanti, per evitare la desquamazione e che la pelle diventi secca. Allo stesso tempo, bisogna avere cura d’idratare tutto l’organismo, bevendo molta acqua. Per trattare una scottatura solare possiamo ricorrere a creme topiche con effetto lenitivo, ad esempio a base di colostro, aloe vera e alginato di sodio.

Infusi per lenire la pelle

Ottimi anche gli infusi freddi preparati con erbe dalle proprietà antinfiammatorie, decongestionanti e lenitive come calendula, malva, lavanda o camomilla. La preparazione dell’infuso è semplice: mettere un cucchiaino di fiori in una tazza di acqua bollente, lasciare in infusione per circa dieci minuti, raffreddare con cubetti di ghiaccio. Anche l’aloe vera è un ottimo rimedio in caso di scottatura: si possono fare gli impacchi con la polpa fresca della pianta ottenuta frullando una foglia, nota dall’antichità per le sue proprietà benefiche, sbucciata e raccolta alla base di una pianta di almeno tre anni. È comunque importante notare che, nonostante un corpo abbronzato sia più attraente, un’esposizione ripetuta al sole danneggia e invecchia molto la pelle. A lungo termine, e dopo numerose scottature, è possibile sviluppare patologie anche serie: anche per questo è bene agire subito contro la scottatura, per evitare effetti che possono anche essere pericolosi.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.