Se stai Bene si Vede

Tutti i consigli di Nathura per stare bene e vivere meglio

Prolasso rettale? Preveniamo con le fibre

Prolasso rettale

Più comune di quanto si creda, il prolasso rettale è il fenomeno patologico che consiste nello scivolamento del retto all’esterno dell’ano o all’interno del canale rettale. Tra le cause ci sono un parto recente, l'invecchiamento, un malfunzionamento della muscolatura del pavimento pelvico, alcune malattie neurologiche e lesioni del midollo spinale. Certamente però la causa più comune è una stitichezza cronica e protratta nel tempo: l'abitudine a sforzarsi per evacuare può infatti facilitare il prolasso. Sappiamo che la stipsi è così definibile quando le evacuazioni sono poco frequenti. In particolare nel mondo occidentale le ricerche indicano che il 95 per cento degli individui evacua da tre volte a settimana a tre volte al giorno: partendo da questo dato si può dire che si ha stitichezza quando si presentano due o meno evacuazioni per settimana. La stipsi è un problema sociale che condiziona, in maniera più o meno grave, la vita di una larga fetta di popolazione occidentale. Il problema è frequentemente trattato con superficialità, ad esempio con un eccessivo ricorso a lassativi irritanti. Alla base c'è pero spesso una dieta scarsa di fibre, una scarsa attività fisica, l'abitudine a ignorare lo stimolo di andare in bagno e la scarsa quantità di liquidi assunti.

L'importanza delle fibre

Prevenire il prolasso rettale richiede quindi un'azione diretta sulla stipsi. Davanti a un paziente stitico il medico può ricorrere a esami di laboratorio o strumentali, anche se in molti casi sono però sufficienti cambiamenti di dieta e stili di vita. Puntare su pasti regolari, abbondante idratazione e fibre è una strategia. Ottimi anche gli integratori a base di fibre come quella di psyllium che rendono le feci morbide e compatte, facilitando l'evacuazione e dunque prevenendo complicanze a livello rettale e anale. Ottimi ovviamente anche gli alimenti integrali: oggi nei supermercati è disponibile qualsiasi tipo di alimento in versione ad alto contenuto di fibre integrali, dal pane alla pasta, dai biscotti ai cereali.

Come… andare di corpo

Non dimentichiamo poi che una delle cause della stipsi in Occidente è legata al modo di… andare di corpo. Chiunque di noi in bagno si siede comodamente con la schiena a 90 gradi rispetto alle gambe. Peccato che così seduti si crei un’angolazione del retto e del canale anale che ostacola il passaggio delle feci determinando una stipsi di tipo espulsivo. Una soluzione? Sedersi a 35 gradi, ovvero con la schiena piegata in avanti e le gambe alzate. Per adottare la posizione accovacciata su un normale water possiamo utilizzare uno sgabello e posizionarlo sotto i piedi e alzare così le gambe. Facilitando la defecazione, questa postura è ottima per prevenire stitichezza, prolassi ma anche emorroidi.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.