Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Pancione: addio smagliature!

Come eliminare le smagliature in gravidanza

Ci sono anche loro, con l’arrivo del pancione: le smagliature sono le compagne di viaggio di ogni donna in gravidanza. Solchi talvolta in rilievo, di colore che va dal rossastro al bianco, compaiono di conseguenza a uno “strappo” del derma, ovvero lo strato intermedio della pelle. Le cause sono diverse: c’è una predisposizione costituzionale che causa, in alcune donne, una minore elasticità della pelle ma ci sono ovviamente gli ormoni e i loro scompensi in gravidanza. Un fattore importante durante i nove mesi è però anche quello meccanico: questi inestetismi si formano più facilmente nei periodi in cui la pelle viene sottoposta a rapide tensioni ovvero quando perdiamo molto peso velocemente oppure in gravidanza. Durante l’attesa infatti alle variazioni ormonali si aggiungono le tensioni della pelle. La conseguenza è il rilascio di sostanze che alterano il tono del tessuto elastico cutaneo.

Smagliature, meglio agire subito

La formazione delle smagliature segue due fasi: inizialmente c’è un fenomeno infiammatorio, che può durare anche alcuni anni, in cui le striature sono rosacee. Nella seconda fase invece le strisce si trasformano in cicatrici permanenti e la pelle tende a cedere. Per evitare questa degenerazione è importante agire con tempestività utilizzando prodotti cosmetici in grado di migliorare elasticità, resistenza e tono della pelle. Prima di arrivare però alla formazione di smagliature molto è possibile fare per prevenirle ad esempio già scegliendo il detergente giusto: buona norma è usare oli detergenti invece dei comuni prodotti schiumogeni. Questi ultimi infatti contengono tensioattivi che, oltre allo sporco, eliminano anche lo strato idrolipidico che preserva l’idratazione superficiale e protegge dalle aggressioni esterne.

La “dieta” contro le smagliature

Qualcosa si può fare anche a tavola, ad esempio mantenendo il peso forma. Più la pelle è sottoposta a tensioni, più facilmente le fibre di cui è costituita possono rompersi causando smagliature. Questo è particolarmente valido proprio per la pancia, fianchi, cosce e seno, ovvero le aree maggiormente interessante all’aumento di volume durante i nove mesi. In ogni caso, nonostante non esista un’alimentazione contro le smagliature, alcuni cibi possono aiutare la pelle: ad esempio la vitamina E e la C, ricche in frutta, verdura e legumi, sono di grande aiuto. Discorso analogo per gli acidi grassi Omega3 e Omega6 che favoriscono l’idratazione: li troviamo nella frutta secca, pesce e oli vegetali. Un ottimo consiglio a tavola: riduciamo il sale, che trattiene i liquidi in eccesso. Facciamo ovviamente anche tanto movimento fisico, concediamoci dei massaggi linfodrenanti. E non dimentichiamo l’idratazione diretta della pelle: ottime le creme arricchite da oli vegetali, come quelli di mandorle dolci, avocado, jojoba, germe di grano, karitè oppure olio d’oliva.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.