Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Mal di testa? La melatonina è un aiuto

Mal di testa? La melatonina è un aiuto

Mal di testa? Le soluzioni oggi sono tante. In particolare però da più parti emerge come anche alcune terapie naturali siano utili a controllare gli attacchi, in particolare di tipo emicranico caratterizzati da dolore pulsante, nausea, fastidio per luce e suoni e debolezza. Tra questi spicca la melatonina, ormone prodotto da una piccola ghiandola del cervello, l’epifisi, in quantità diverse in base all’alternanza luce-buio. Ad esempio uno studio condotto da ricercatori dell'Università di San Paolo (Brasile) ha mostrato, nell’arco di un periodo di tre mesi, l'efficacia della melatonina nella profilassi dell'emicrania senza aura in soggetti che presentavano dai due agli otto attacchi di cefalea al mese. Sembra che la melatonina possa ridurre significativamente la frequenza degli attacchi. Inoltre questa sostanza, del tutto naturale e prodotta dal nostro organismo, è molto più tollerata di altri farmaci e mostra una minore frequenza di effetti indesiderati come sonnolenza, riduzione della pressione arteriosa, vertigini e stitichezza. 

Terapie di profilassi 

Le diverse forme di mal di testa possono diventare un grande ostacolo alle nostre attività quotidiane. In caso di attacchi ricorrenti è importante intervenire subito, per bloccare il dolore sul nascere: la crisi emicranica si sviluppa infatti in fasi successive. Perché la cura sia efficace occorre trattare l’attacco entro circa un’ora dai primi sintomi. In alternativa principi attivi come la melatonina costituiscono strategie di profilassi: assunte regolarmente, cioè, evitano gli attacchi e quindi anche l’abuso di antidolorifici. Proprio questi ultimi farmaci, quando assunti in eccesso, possono infatti essi stessi causare gli attacchi. Del resto a essere cresciuta maggiormente è soprattutto la cefalea da abuso di farmaci, sporadica fino a vent’anni fa e ora presente in almeno il 3 per cento della popolazione, soprattutto di sesso femminile. Meglio quindi giocare d’anticipo. 

Come funziona la melatonina 

La melatonina è tipicamente prescritta agli insonni, oltre 9 milioni solo in Italia: al buio viene infatti naturalmente rilasciata dal corpo così da dare il via a una sorta di rilassamento che favorisce lo scivolamento verso il sonno. Tuttavia sono molte le applicazioni di questa sostanza, utile a livello neurologico. Perché sia davvero efficace è però importante utilizzarla pura. Una qualsiasi contaminazione potrebbe infatti provocare effetti collaterali. Importante quindi verificare il grado di purezza certificato dall’etichetta. Nonostante sia un prodotto naturale, la melatonina va assunta nel modo corretto. Ad esempio, secondo gli esperti, dovrebbe consultare un medico prima di utilizzala chi soffre di insufficienza epatica, le donne in gravidanza o allattamento e chi è affetto da allergie o malattie immunitarie.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.