Se stai Bene si Vede

Tutti i consigli di Nathura per stare bene e vivere meglio

Cibo e mal di pancia: un aiuto per il tuo intestino

Cibo e Mal di pancia

In caso di stress (da lavoro, studio, famiglia) il primo organo a risentirne è l’intestino. L’intestino è definito come il nostro “secondo cervello”, per questo la sua normale funzionalità può essere strettamente correlata con il nostro stato emotivo. In tali occasioni, in cui si può soffrire di fastidiosi mal di pancia e dolori addominali, è buona abitudine aiutarsi con l’alimentazione, scegliendo i cibi più adatti a mantenere in equilibrio il "microbiota intestinale". Vediamo di seguito quali cibi sono consigliati e quali sono da evitare per ridurre i fastidiosi sintomi del mal di pancia, campanello d’allarme dell’alterazione della normale funzionalità intestinale.

Cibi consigliati

Il riso in bianco è un ottimo alleato per chi è affetto da disturbi intestinali. Questo cereale, infatti, è altamente digeribile e, nel contempo, favorisce l’assorbimento dei liquidi (ovvero è astringente). Particolarmente consigliato qualora si siano verificati episodi di dissenteria. Assumere Zenzero è consigliato se al dolore addominale si accompagnano la nausea e il vomito. Questa spezia, non a caso, è particolarmente indicata per le gestanti e per coloro che soffrono di cinetosi. Anche le banane, essendo ricche di potassio, risultano essere altamente digeribili. Inoltre, questo frutto contribuisce a normalizzare le feci.

Cibi da evitare

In caso di mal di pancia, andrebbe ridotto il consumo di cioccolato, in quanto quest’ultimo irrita la mucosa intestinale. E’ bene non consumare i legumi per evitare il meteorismo intestinale. È altrettanto importante, se si soffre di mal di pancia, evitare di bere il caffè e qualunque tipo di bevanda alcolica poihé irritano la mucosa intestinale. Infine, si consiglia di ridurre l’apporto di cibi grassi: formaggi, insaccati, dolci.

Quando l’alimentazione, anche se sana e corretta, non basta, può essere d’aiuto l’integrazione dietetica con specifici integratori alimentari. Si può optare ad esempio per integratori alimentari a base di fermenti lattici vivi e fibra di psyllium: grazie alla duplice azione della componente prebiotica della fibra (nutre la flora intestinale) e dai probiotici (rinforzano la flora batterica intestinale), viene ripristinato l'equilibrio della flora batterica intestinale e si migliora la consistenza delle feci sia in caso di diarrea che in caso di stitichezza (come ad esempio gli agenti formanti massa).

Uno stile di vita sano e la scelta di prodotti naturali e specifici per i problemi intestinali, grazie al consulto con il farmacista o medico, aiuta a mandare via quei fastidiosi disturbi di pancia e dolori addominali.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.