Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Insonnia e menopausa, cosa fare?

Insonnia e menopausa, cosa fare?

Sono circa 9 milioni gli italiani che soffrono di insonnia cronica, mentre quasi la metà della popolazione soffre di insonnie occasionali e transitorie. All’interno di questo gruppo di pazienti una parte sostanziale è composta da donne in menopausa: le variazioni ormonali tipiche di questo periodo della vita possono essere causa infatti di un sonno agitato e disturbato. Un’eventualità tutt’altro che rara: a farne le spese è infatti una donna over 50 su due, che spesso sperimenta risvegli bruschi a causa di vampate accompagnate da sudorazione. Il problema è importante dal momento che le donne in menopausa sono donne non più giovani, ed è proprio nei soggetti più anziani (anche uomini) che i disturbi del sonno si fanno frequenti per varie ragioni. In molti casi, infatti, al problema della menopausa si aggiunge una secrezione irregolare di melatonina, sostanza prodotta di notte dalla ghiandola pineale e importante nell’addormentamento. Per questo proprio in menopausa è indicato un apporto extra di questa sostanza, utile a favorire un naturale addormentamento, a mantenere il sonno durante la notte e a evitare risvegli mattutini precoci.

La dieta contro l’insonnia da menopausa

Inoltre il sonno può essere disturbato in menopausa anche dalle apnee ostruttive notturne, legate anche alla ridotta produzione di progesterone: questo ormone, oltre che sulla sfera sessuale impatta anche sulla funzione respiratoria e sulle alterazioni del peso corporeo. Pertanto occorre controllare anche alimentazione e stile di vita, che in menopausa possono farsi irregolari. La carenza di estrogeni altera infatti i bioritmi e rende più irritabili: per questo, oltre agli integratori, una dieta ricca di fitoestrogeni, sostanze vegetali con un’attività simile a quella degli estrogeni, aiuta a combattere nervosismo e difficoltà di addormentamento. Una buona idea è quella di aumentare la dose settimanale di legumi e di verdure e di usare condimenti sani: olio extravergine di oliva ma anche olio di lino, ricco proprio di fitoestrogeni.

Un aiuto dal cibo

Altri cibi che favoriscono il riposo sono inoltre quelli che agiscono positivamente sui livelli di melatonina: ottimi a questo proposito i cereali come il grano, il riso e l’avena integrali, ma anche alimenti come yogurt o latte di soia, banane e cacao. Una buona scelta è quindi quella di integrarli nella dieta già partendo dalla colazione. Non dimentichiamoci che il sonno è necessario alla salute e al corretto funzionamento del sistema nervoso: per questo quando non si dorme bene la qualità della vita ne risente, soprattutto in menopausa quando l’irritabilità è spesso all’ordine del giorno. Non a caso la mancanza di sonno causa o esacerba problemi già ben noti alle donne over 50: stanchezza diurna, cambiamenti di umore e mal di testa.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.