Se stai Bene si Vede

Tutti i consigli di Nathura per stare bene e vivere meglio

Emorroidi, occhio al caldo!

Emorroidi, occhio al caldo!

Chi soffre di emorroidi sa bene come l'estate sia probabilmente il periodo peggiore dell'anno, quanto a fastidi e disagio della zona anale e perianale. È abbastanza intuitivo: il caldo aumenta la vasodilatazione e pertanto anche i vasi emorroidari (le vene dell'ano) possono gonfiarsi causando discomfort e dolore in fase di evacuazione. Alcuni comportamenti errati in questo periodo, se ripetuti da soggetti che soffrono di patologia emorroidaria possono favorire l'acutizzazione dei sintomi.
Quali sono le buone abitudini e pratiche quotidiane da tenere a mente? Ad esempio i lunghi viaggi in auto o in moto sono sconsigliati, dal momento che stare seduti per molte ore può alterare la circolazione sanguigna a livello anorettale favorendo la formazione di coaguli alle emorroidi, con sanguinamento e dolore. 

Attenzione ALLO SPORT e igiene INTIMA 

Praticare sport come il ciclismo è sconsigliato in estate: andare in bicicletta può peggiorare la sintomatologia (compressione della zona interessata, calore e sobbalzi non fanno certo bene); in linea generale il caldo può facilitare l'infiammazione delle aree intime, soprattutto laddove i peli e la scarsa aerazione creano un ambiente caldo e umido e provocando l'irritazione. Sono consigliate attività fisiche leggere in quanto favoriscono la regolarità intestinale, senza disturbare la zona anale. E' necessario curare l'igiene intima lavandosi con acqua tiepida, usare saponi non aggressivi per evitare l'alterazione della cute e prevenire dermatiti sintomatiche. Un buon consiglio per la cura dei sintomi da emorroidi è quello di indossare biancheria intima comoda.

Rimedi NATURALI contro le emorroidi                        

Le emorroidi sono spesso legate alla stitichezza, che impone sforzi evacuativi che causano alla lunga la fuoriuscita delle emorroidi. Proprio con la stagione calda l'incidenza del disturbo aumenta, ad esempio in occasione di viaggi e a causa del diverso regime alimentare. Il consiglio è quello di migliorare la qualità del cibo che ingeriamo, bevendo sempre molta acqua, riducendo l'assunzione di cibi grassi, alcolici, fritti, cioccolata, caffè e spezie e prestando più attenzione alla qualità degli alimenti scelti (frutta, verdure e tante fibre).
E' opportuno mantenere il transito intestinale regolare e, quanto la dieta non basta, è consigliato integrare con prodotti a base di fibra di Psyllium: favorisce la formazione di feci morbide e voluminose ed evita lo sforzo durante l’evacuazione. Per lenire il fastidio anale (sia che si presenti come dolore, bruciore o prurito) è consigliabile usare creme e gel lubrificanti a uso topico, ad esempio a base di miele e acido ailuronico con proprietà idratanti, protettive, lubrificanti e di conseguenza lenitive, che favoriscono il ripristino della salute di cute e mucose. Se il caldo eccessivo e la compressione sono dannosi, impacchi di acqua tiepida sono invece una buona soluzione: aiuteranno la naturale guarigione.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.