Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Diarrea? Nutriamo e rinforziamo l’intestino

Diarrea? Nutriamo e rinforziamo l'intestino

Riso bollito e patate a volte non bastano: la diarrea, disturbo spesso transitorio ma certamente fastidioso, è indice di tanti possibili malfunzionamenti del nostro intestino. Comprenderne la causa è il primo passo per stare meglio. A volte infatti alla base di tutto c’è lo stress, mentre altre volte l’alimentazione sregolata di uno o più giorni di fila. Non sono poi rari i casi di diarrea del viaggiatore, legati al cambio di dieta. In ogni caso si parla di diarrea quando si verifica un’emissione di feci liquide o semiliquide, talvolta poltacee a volte invece acquose, in più scariche al giorno. Sintomo forse tra i più spiacevoli è l’urgenza, ovvero il bisogno impellente di corre in bagno, che talvolta mina la possibilità di allontanarci da casa con ripercussioni sociali e psicologiche.

Aiutiamo l’intestino

Ma partiamo dalle basi: questo disturbo è dovuto a un’eccessiva attività del colon che provoca un transito delle feci troppo rapido e con conseguente scarso assorbimento di liquidi. Accompagnano talvolta la diarrea anche dolori addominali e in alcuni casi persino febbre. Nella maggior parte dei casi il disturbo si risolve da solo: si dice cioè che è autolimitante. Tuttavia un aiuto lo possiamo dare, al nostro intestino. Prima regola: una buona reidratazione. Con la diarrea infatti perdiamo tanti liquidi, che occorre reintegrare. In altre parole, beviamo molto. Quanto all’alimentazione, occorre scegliere cibi che nutrano il nostro organismo e migliorino la funzionalità intestinale: preferiamo quindi quelli dalle proprietà antidiarroiche come il riso, ricco di amido, che è sempre un alleato. Ma a volte non basta: è utile allora una terapia a base di fermenti lattici e fibre prebiotiche. Integratori capaci di ristabilire o mantenere l’equilibrio intestinale, possono essere utili a migliorare il transito intestinale, riequilibrando la flora. Inoltre è ottima anche la fibra di psyllium, utile allo stesso scopo e a sostenere il sistema immunitario mantenendo sotto controllo gli stati infiammatori prodotti da un’alimentazione non ottimale.

Attenzione alle diarree ricorrenti

Certo, sotto consiglio medico possono essere utili anche prodotti che controllino le scariche agendo sulla motilità oppure assorbendo i liquidi in eccesso. A quest’ultima categoria di antidiarroici appartengono prodotti, anche naturali, assolutamente efficaci per controllare le scariche in modo blando e senza irritare l’intestino già provato. Attenzione però: vanno assunti al bisogno e solo per un breve tempo. Insomma, se il sintomo persiste occorre sempre rivolgersi al gastroenterologo che cercherà di identificare, attraverso esami e ulteriori accertamenti, se la diarrea non è invece prodotta da una qualche patologia (come una malattia infiammatoria cronica intestinale) da trattare in modo specifico. Ricordiamo poi che, in presenza di diarree, oltre all’uso di fermenti lattici può essere utile rivedere completamente il nostro stile di vita e la nostra alimentazione, integrando nutrienti in difetto come ad esempio le vitamine del complesso B.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.