Star Bene

Tutti i consigli per stare bene e vivere al meglio

Colazione, perché è importante?

Colazione, perché è importante?

La colazione è il pasto più importante della giornata, come si dice da sempre? Probabilmente sì. Del resto è intuitivo: si tratta del primo cibo che ingeriamo dopo le molte ore di digiuno notturno. Secondo l'American Heart Association, che sul tema ha rilasciato una dichiarazione scientifica pubblicata dalla rivista Circulation, chi la consuma regolarmente mostra livelli di colesterolo e di pressione sanguigna (entrambi fattori di rischio per lo sviluppo di malattie cardiocircolatorie) più bassi della media. Al contrario, chi la salta è più soggetto a obesità e diabete. Secondo gli studiosi, è dunque importante pianificare i pasti della giornata assicurandosi una certa regolarità: in particolare, assumere più calorie nella prima parte della giornata e meno di sera può avere effetti positivi contro il diabete e le malattie cardiovascolari.

Preveniamo la fame nervosa

Purtroppo però se gli italiani che saltano drasticamente la prima colazione sono solo il 17 per cento, un buon 15 per cento si limita al solo caffè mentre il 18 per cento mangia soltanto una brioche e un cappuccino al bar. Il problema non è così irrilevante: una cattiva colazione stimola la fame nervosa durante la giornata e ci spinge quindi a consumare snack magari già alle 10 del mattino. A confermarlo anche una ricerca dell’Università del Minnesota (Usa), condotta su 2mila persone in età attiva, secondo la quale chi rinuncia alla prima colazione va incontro a un aumento di peso valutato in circa 2 o 3 chili rispetto a chi inizia la giornata con un pasto sano. Mangiare al risveglio garantisce infatti all’organismo le energie necessarie per essere più efficiente stimolando il metabolismo e limitando la fame fuori orario. Non a caso quando non riceve la corretta dose di zuccheri il metabolismo rallenta. È un problema anche il solo caffè al bancone del bar: stimolando i succhi gastrici può causare fenomeni infiammatori.

Attenzione ai livelli glicemici

La colazione non è importante solo per la linea, ma anche perché limita le variazioni glicemiche. Importante è quindi insegnare a fare una buona colazione già ai bambini: oltre a prevenire disturbi dell’età adulta, migliora le performance cognitive ed è quindi uno degli elementi imprescindibili di un corretto stile di vita dei più piccoli. Secondo i nutrizionisti la colazione dovrebbe apportare almeno il 20 per cento delle calorie giornaliere e dovrebbe comprendere sempre una buona dose di frutta: fornisce infatti vitamine, antiossidanti, fibre e non affatica l'apparato digerente stimolando invece l’organismo. Alimento da bandire, eppure così apprezzato dagli italiani, è invece il cornetto: spesso ricchi di grassi vegetali idrogenati, i prodotti da forno come i croissant hanno un basso potere saziante e invece un alto contenuto calorico che li rendono non adatti a chi segue una dieta.

Share:

Seleziona almeno un argomento e ricevi i consigli adatti a te.